Le donne nella storia: Anna Bolena, Isabella Morra e Caterina d’Aragona

Fin dal passato le donne hanno subito violenze da parte degli uomini: Personaggi femminili sono passati alla storia proprio per gli attacchi e le ritorsioni violente subite; numerosi esempi possiamo rintracciare nella storia, come nelle figure di Anna Bolena, Caterina d’Aragona e Isabella Morra.

Caterina d’Aragona viene ripudiata perché incapace di concepire, Anna Bolena fu condannata al patibolo, sempre per lo stesso motivo. Isabella Morra fu assassinata dai fratelli credenti perché convinti che avesse dei contatti clandestini.

Donne sottratte alla vita: per decisione del re Enrico Ottavo, ad esempio, marito di Anna Bolena. Un altro esempio è Isabella Morra fu uccisa dai suoi fratelli per gelosia.

Caterina d’Aragona nasce nel 1485 e sposa Enrico Ottavo. Lei in tutta la sua vita ha avuto molti ostacoli. Una delle sue sorelle era Giovanna di Castiglia denominata poi in seguito come Giovanna la Pazza, appellativo che deve far rifrettere sui numerosi maltrattamenti anche verbali che in quell’epoca le donne erano costrette a subire.

Isabella Morra nasce nel 1520. Già da quando era piccola i suoi fratelli erano prepotenti nei suoi confronti, e proprio loro furono a sottrarle la vita. Fu anche scrittrice e venne rinchiusa nei sotterranei di un dove visse il resto dei suoi anni fino alla morte.

Isabella Morra fu una scrittrice straordinaria famosa nel sedicesimo secolo.

Oggi esistono, fortunatamente, diverse associazioni che si battono per proteggere la donna vittima di violenze, ma non basta! Ci sono migliaia di donne maltrattate e purtroppo uccise ogni giorno.