Il silenzio della notte

 

Immerso nel buio della notte
un campanile segna la mezzanotte,
una porta si spalanca,
ne esce fuori una donna stanca.

Mentre verso casa arranca,
e la Luna la notte imbianca,
d'un tratto un'ombra le sbarra la strada
e lei teme che il peggio accada.

L'arma dal fodero viene sfilata,
la lama sul collo puntata e poggiata,
resisti, lotta, prova a scappare,
ma non riesci neanche a gridare.

Ora che l'hanno usata e abbandonata,
una lacrima solca la gota arrossata:
solo la Luna ne è testimone,
ma non potrà darne l'annunciazione.

Mentre un gufetto nel buio ammira,
la donna, provata, spira:
l'indomani il corpo sarà ritrovato,
ma l'aggressore sarà graziato.