“Incidente”


In una notte movimentata
una pistola viene alzata:
un colpo veloce, un grido tremendo
s'innalza letale nell'aria irrompendo.

Marito geloso, arma da fuoco
pazzia, cattiveria, un sussurro fioco:
nessuno si ferma, nessuno sa nulla,
c'è solo il cadavere di una fanciulla.

Quando il colpevole sarà trovato
ed il processo affrontato
testimoni non ce ne saranno
e l'assassino congederanno.

Il giorno dopo nessuno ne parla,
nemmeno un curioso a ricordarla:
solo un silenzio colpevole, agitato,
e l’ “incidente” è dimenticato.